Nuova Mercedes GLA: Libera la tua voglia di SUV.

La nuova edizione della crossover compatta Mercedes GLA è rifinita con cura, raffinata e, col 2.0 diesel, anche brillante.

Levigata e con forme bombate che mostrano i “muscoli”, la seconda generazione della crossover media Mercedes GLA volta pagina, abbandonando l’aspetto “tutto spigoli” e da suv-coupé della precedente versione. Ennesimo modello nato sulla base della berlina A, si posiziona a metà strada fra la monovolume B e la più grande e squadrata GLB.Rispetto a quest’ultima ha un look più sportivo, è più corta di 22 cm (441 cm la lunghezza, anziché 463) e non c’è in versione a sette posti. Cinque i motori previsti al debutto, tutti turbo e con quattro cilindri: a benzina, sono il 1.3 da 163 CV e il 2.0 con 224 CV, mentre il 2.0 a gasolio si può avere con 116 cavalli, 150 e 190. Per tutti, il cambio è robotizzato a doppia frizione mentre la trazione è anteriore o integrale. A breve si aggiungeranno le grintose versioni AMG, con il 2.0 a benzina da 306, 387 o 421 CV e a fine 2020 arriverà l’ibrida plug-in 250 e, con il 1.3 abbinato a un motore elettrico per 218 cavalli combinati.

La nuova Mercedes GLA è già in vendita, con prime consegne a fine maggio 2020. La scelta è estesa a ben cinque allestimenti.  Di serie, per tutte, ci sono il climatizzatore automatico a una zona, la frenata automatica d’emergenza e il mantenimento di corsia. La Premium ha anche il “clima” bizona, i fari full led e un assetto specifico, ribassato di 15 mm e con ruote di 19”.

ALL’AVANGUARDIA

Nell’abitacolo della Mercedes GLA, ben rifinito e hi-tech, spiccano i due schermi appaiati sopra la plancia del cruscotto e dell’impianto multimediale MBUX. I display hanno una grafica curata, sono configurabili e ricchi di funzionalità. Per esempio, il navigatore può integrare la modalità di realtà aumentata: accanto alla mappa viene mostrata l’immagine della strada ripresa dalla videocamera frontale, con sovrapposte le frecce che indicano la direzione da seguire, i nomi delle vie e i numeri civici. Fra le tante funzioni comandabili dal display dell’MBUX, la Mercedes GLA ne aggiunge una nuova: quella per l’autolavaggio, che con un solo comando da parte del guidatore provvede a ripiegare i retrovisori, a chiudere i finestrini e ad attivare il ricircolo del climatizzatore. Oltrepassati i 20 km/h, si disattiva automaticamente.

L’abitacolo della Mercedes GLA è rifinito con cura, e lo spazio non manca. Lo schienale è reclinabile all’indietro, per consentire anche a chi sta dietro di rilassarsi un po’ nei lunghi viaggi. La posizione di guida è leggermente rialzata e il sedile, completo di supporto allungabile per le gambe, garantisce una corretta postura. Il bagagliaio con doppio fondo della Mercedes GLA è ben realizzato e abbastanza capiente: 435 litri a divano in uso, che salgono a 1430 ripiegando le tre parti dello schienale.

L’assetto sportivo e le ruote di 19” della Mercedes GLA 200 d Premium Automatica, insieme allo sterzo diretto e preciso, invitano a una guida spigliata: i cambi di direzione sono rapidi e il rollio ridotto. Ben supportati dal rapido cambio doppia frizione, i 150 CV del 2.0 turbodiesel rispondono con prontezza e notevole brio. Motore a parte, l’insonorizzazione dell’abitacolo è efficace anche ad alta velocità. Quattro le modalità di guida selezionabili, e gli otto rapporti del cambio si possono inserire anche manualmente, con le comode levette dietro il volante.

 

× Vuoi maggiori info? Scrivici!